P&G crea una “war room” in tempo reale

con Nessun commento
CINCINNATI: Procter & Gamble  ha sviluppato un approccio di marketing in tempo reale chiamato “war room”  durante i grandi eventi come i giochi olimpici e Oscar.

Kevin Crociata e Rotha Penn, direttore marketing e responsabile comunicazione per la marca Pantene capelli negli Stati Uniti, ci hanno detto cosa avevano preparato per la cerimonia degli Academy Awards di quest’anno.

Crociata ci ha parlato dello sviluppo del brand su Twitter con #WantThatHair , che è nato come un modo per conversare sulle celebrità che arrivano all’evento.

“Quando vedi lo spettacolo del red carpet, tutti parlano  dei capelli e del vestito che indossano le star” ha osservato e #WantThatHair è l’angolo che ha ottenuto il marchio nella discussione.

“Se vedi sul red carpet dei capelli che ti piacciono, con i nostri prodotti Pantene li puoi avere” ha detto Crociata.

Penn ha aggiunto: “Per molti dei nostri marchi, quando ci sono questi grandi eventi, si attiva una stanza di guerra con un team di marketing agile per monitorare la situazione e le conversazioni che sono in corso. Il team risponde ai consumatori con contenuti pertinenti”.

La necessità di agilità è importante, quando le conversazioni virano verso uomini e donne con i capelli lunghi, presenti all’evento. “Tutti insieme in una stanza, siamo in grado di sfruttare la conversazione ed entrarervi  in modo pertinente con i nostri prodotti,” ha detto Penn.

Il programma Twitter #WantThatHair ha stimato 41,9 m impression in tre giorni, raggiungendo un tasso di Tweet del 4,7%, ben al di sopra del benchmark CPG di Twitter dell’1,5%.

Inoltre, per Pantene, un non-sponsor dell’ evento,  si è avuto un apprezzamento del 120%  rispetto al 74% di un marchio sponsor.

Per il futuro, Crociata ha detto che il marchio vuole scegliere “altri momenti importanti dove possiamo essere pertinenti e coinvolgere gli utenti con i contenuti che stiamo creando “.

Dati provenienti da eMarketer.

 



Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail

Lascia una risposta