Roma pubblicità: News Atac

con Nessun commento

Roma e AtacLo scenario di Roma è cambiato, la municipalizzata Atac ha alzato le richieste per la concessione della pubblicità di Roma ai suoi storici interlocutori. Igp Decaux è nata alla fine del 2001 dall’unione tra IGP (società leader nella pubblicità sui mezzi di trasporto), partnership tra RCS e la famiglia du Chène de Vère e JCDecaux Comunicazione Esterna Italia, filiale del gruppo francese JCDecaux. L’azienda di trasporti, infatti, ha messo a bando infatti il servizio di pubblicità sulle vetture – autobus e tram – e nelle stazioni e nei convoglio della metropolitana e delle ferrovie ex concesse.  Un “appaltone” dal quale Atac conta di ricavare come cifra minima 45,5 milioni (questa la base minima d’asta, con offerte al massimo rialzo, fissata dall’azienda) per i prossimi 6 anni e mezzo. Igp non intende partecipare alla gara dichiarando la base minima di richiesta inaccettabile vista la crisi e i tempi che corrono. Con questi costi è impossibile sostenere l’attività di concessionaria ritengono esperti del settore pubblicitario. In passato Atac aveva proposto anche di gestire in proprio i conti e le entrate della pubblicità, fortunatamente questo non è avvenuto. Tutti noi ricordiamo le municipalizzate che errori e guai combinano quando intendono gestire i flussi di cassa.

Attendiamo il 6 febbraio data ultima di consegna delle offerte per sapere i risultati, molti pensano che le cose non cambieranno e si continuerà nello stesso modus operandi del passato con la sicurezza che una grande azienda internazionale può vantare nel rispetto degli accordi e della conoscenza del mercato.



Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail

Lascia una risposta