I brand vogliono la Premier League

con Nessun commento
Londra: I brand continuano ad investire nella Premier League inglese e nei suoi migliori giocatori,  per sfruttare il pubblico globale del calcio.

Carlsberg è il marchio più recente che si è associato alla massima serie di calcio inglese, con un contratto di tre anni che la rende la birra ufficiale della Premier League. Nei suoi piani ha intenzione di aumentare la frequenza dei contenuti legati al calcio che pubblica on-line.

“Qualsiasi marca dovrebbe dare un’occhiata alla Premier League [come un’opportunità]”, hanno detto i Direttori Marketing.
“Il calcio aumenta il battito cardiaco di molte persone nel Regno Unito,” hanno detto. “Basta guardare le tendenze su Twitter in qualsiasi momento: la gente parla di calcio.”
Il calcio sta per diventare il quarto sport più seguito nel mondo.
La Premier League spera di esportare questo atteggiamento negli Stati Uniti dove ha un contratto di tre anni con l’emittente televisiva NBC per mostrare gli eventi dal vivo. 
I marchi americani aprono alla Premier League perché, a differenza della NFL o Major League di Baseball, la Premier League ha una copertura veramente globale.

Gli sponsor  vogliono andare oltre il semplice acquisto media puro e sviluppare strategie più innovative. Andy Kenny, managing director di BrandRapport, ha detto: “La sfida per i club di Premier League è aiutare le aziende ad identificare un’ area del calcio che possono possedere e quindi ottenere la trazione da quella su scala globale.”

Anche i calciatori sono il bersaglio di molte marche. Per le  celebrità, il DBI indice di Repucom ha classificato Robin van Persie del Manchester United come il giocatore della Premier League più famoso per i fan di tutto il mondo, seguito da Jack Wilshere dell’Arsenal e Gareth Bale del Tottenham.

I manager di alto profilo sono molto utilizzati. La casa automobilistica Audi ha coinvolto il nuovo allenatore del Chelsea José Mourinho in un’iniziativa per i social media.

Dati provengono dal Wall Street Journal



Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail

Lascia una risposta